Il tour concertistico estivo 2017 dell’Orchestra Filarmonica Campana si concluderà con un concerto particolare dedicato alla musica lirica, sinfonica e pop, mercoledì 20 Settembre alle ore 21.00 a Montaperto di Montemiletto in provincia di Avellino. A guidare l’Orchestra Filarmonica Campana il maestro Leonardo Quadrini con due protagonisti d’ eccezione che interverranno durante la serata, la voce partenopea di Enzo Gragnaniello e l’attore Gino Rivieccio in un concerto decisamente originale. Verrà proposto un programma leggero e accattivante, caratterizzato da un gesto musicale sobrio ed elegante, con brani tratti dal repertorio lirico e pop, proposti in chiave sinfonica non solo. Ai già sopracitati artisti interverrano ulteriori ospiti che completeranno l’ensemble musicale per un concerto davvero memorabile: “& Friends”, Geppino Angelone, Hanna Rosini, il duo Antonio Petrillo ed Enrica Musto. Presenta la serata Tonino Bernardelli. Il programma prevede un mix di brani fra musica lirica, sinfonica e pop. Dal Preludio della Carmen di Georges Bizet che aprirà il concerto alle celeberrime sinfonie del Nabucco di Giuseppe Verdi e Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini, passando per le arie “O mio babbino caro” dal Gianni Schicchi e “E Lucevan le stelle” dalla Tosca di Giacomo Puccini; un percorso musicale che interpreta il passato in chiave moderna e accoglie con maestria il genere pop con i successi di Lucio Dalla ed Enzo Gragnaniello che sarà anche l’ospite d’eccezione della serata. Non mancheranno momenti di teatro partenopeo con l’altro ospite importante della serata: l’attore Gino Rivieccio, capace di creare una comicità elegante e mai volgare, oggi definito dalla critica come un vero e proprio gentleman della risata. Un viaggio tra monologhi, personaggi, tradizioni, aneddoti e canzoni, per decantare la grande pazienza dei napoletani, destinati sempre ad aspettare qualcosa o qualcuno, per migliorare la propria condizione. Per la prima volta l’Orchestra Filarmonica Campana ospita il maestro Leonardo Quadrini sul podio. Duemila concerti all’attivo e trent’anni di gloriosa carriera musicale alle spalle con curriculum artistico chilometrico. Nel 1983 si diploma in Musica Corale e Direzione di coro presso il prestigioso Conservatorio ‘San Pietro a Majella’ di Napoli. Tre anni dopo invece consegue il diploma in Direzione orchestrale a L’Aquila. Una vita dedicata alla musica in tutte le sue sfumature: dalla classica alla leggera. Ha diretto le maggiori orchestre sinfoniche europee e italiane e i più importanti cantanti (lirici e pop): da Katia Ricciarelli ad Al Bano, da Antonella Ruggiero a Placido Domingo al trio de Il volo fino al compianto Lucio Dalla e al fenomenale Roby Facchinetti. Sangue misto nelle vene, si definisce con orgoglio un irpo-sannita, e la musica che gli ronza sempre nella testa. È direttore stabile dell’Orchestra sinfonica di Udmurtia, la maggiore della Russia. Gira il mondo con la sua inseparabile bacchetta e a ogni concerto coinvolge il pubblico con esibizioni corali e travolgenti come nessuno mai. È un idolo per i ‘melomani’ e un docente esemplare per gli allievi. Vi aspettiamo dunque per una grande serata d’eccezione: non servono biglietti e il consiglio è di arrivare per tempo. Alle 21 si rinnoverà la magia.