Sabato 5 novembre 2016 al Teatro Comunale S. Alfonso di Pagani (SA) si è inaugurata l’Ottava Stagione Concertistica dell’Orchestra Filarmonica Campana. Un importante concerto inaugurale che ha aperto la Stagione intitolata State Of Mind e soprattutto ha celebrato il decennale dell’attività della OFC, fondata nel 2006 da Giulio Marazìa con l’intento di istituire un’orchestra stabile dedicata alla diffusione e promozione della cultura musicale e dello spettacolo dal vivo. State Of Mind, che andrà avanti fino a maggio 2017, è una lunga stagione che offrirà molteplici spunti grazie ai numerosi compositori proposti, aprendosi all’intero universo della musica classica, interpretando in modo inedito, fresco e inusuale il grande repertorio del passato, da Bach a De Falla, da Haydn a Bernstein, passando per Respighi e Ellington.

Il debutto del 5 novembre è stato di particolare rilevanza: sul podio il maestro Giulio Marazìa, direttore artistico e musicale della OFC ed Elisa Balbo come soprano solista. “Dietro La Maschera” è stato un impegnativo programma che ha previsto gli ultimi lavori di due grandi compositori: i Vier Letze Lieder di Richard Strauss e la Sinfonia n. 6 “Patetica” di Piotr Tchaikovsky. Due mondi contrapposti, due personalità completamente diverse, due modi differenti di congedarsi spiritualmente e artisticamente dal mondo. Obiettivo principale è stato quello di far emergere con chiarezza un profondo ritratto umano dei due compositori, soprattutto nella loro complessità di essere artisti in chiave moderna in un secolo artisticamente ricchissimo quanto tragico e violento.

Dieci anni fa, nel 2006, nacque l’Orchestra Filarmonica Campana: il programma del decennale è stata l’occasione per celebrare una lunga e apprezzata attività in Campania, tra produzione e promozione musicale, con una decisiva ricaduta sul territorio e il coinvolgimento di professionisti di prim’ordine (che alternano il lavoro in OFC a quella da solisti o docenti) ma anche di giovani neo diplomati o diplomandi. Sede stabile, che da quest’anno ospita l’intera stagione concertistica, il Teatro S. Alfonso di Pagani (SA); numerosi nel corso degli anni i concerti di musica sinfonica, lirica, sacra, cameristica e contemporanea, significative le collaborazioni con ospiti di fama mondiale. Un vero e proprio connubio tra risorse internazionali e locali: pensiamo a Nicola Hansalick Samale, Philipp C. Nuzzo, Alessia Gay (ballerina del Teatro dell’Opera di Roma), infine Elisa Balbo, promettente soprano che si è già esibita in alcuni tra i più importanti teatri del mondo.

Proprio la Balbo è stata protagonista della serata inaugurale insieme al Maestro Marazìa, figura di spicco nel panorama della musica colta italiana, direttore d’orchestra, compositore e strumentista, docente di educazione musicale nonchè direttore ospite principale della Metro Chamber Orchestra (New York) e nel 2014 direttore ospite per alcuni concerti dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano. In veste di direttore artistico e musicale della OFC, sta lavorando a una nuova fase di progetti caratterizzati da un crescente interesse nazionale ed internazionale suscitato da nuove produzioni, tournée, registrazioni discografiche e progetti audiovisivi. Queste attività hanno proiettato la Filarmonica Campana nel mercato globale, dove oggi svolge un ruolo importante nella promozione della cultura musicale italiana.