Note introduttive

“Se dovessi dire in musica cosa sono, cos’è la natura dell’uomo, userei questa musica. Qui si descrive l’impeto del cuore e della mente, la ricerca continua, inappagata e inappagabile di qualcosa che soddisfi quello che siamo. E la constatazione che niente può. Eppure nessuna delusione o sbaglio ferma quell’impeto. Anzi, tutto (l’orchestra) lo rilancia e amplifica. Ma non c’è tristezza. Dramma, sì. Ma non tristezza. La decisione con cui il tema, variato, si ripete, il dialogo tra solista e orchestra, è come la conferma che no, non era sbagliato quell’impeto.” Così Sergej Rachmaninoff descrive il suo secondo concerto per pianoforte e orchestra, il più popolare ed eseguito dei quattro concerti per pianoforte del compositore russo, nonché uno dei concerti per pianoforte più famosi di sempre. Fu composto tra il 1900 ed il 1901. Nella produzione di Rachmaninov il Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra è uno dei pezzi più eseguiti dai pianisti per le caratteristiche della scrittura solistica, tecnicamente brillante e ricca di intenso lirismo. Il pianoforte ha un ruolo preminente rispetto all’orchestra concepita quasi sempre in forma di accompagnamento. La sinfonia de “La Forza del Destino” è tra le più importanti di Giuseppe Verdi ed è la più ampia ed importante tra quelle scritte dal compositore di Busseto. Il fascino di quest’opera, oltre che nella bellezza delle melodie “femminili” (il malinconico tema di Leonora) e nell’incisività di quelli “maschili” (il motto del destino con cui inizia la “Sinfonia”), sta appunto nel suo essere centrifuga: sperimentatore infaticabile, con La forza del destino Verdi si lancia egli stesso in un’avventura compositiva, la cui sfida è dominare musicalmente un racconto che si snoda in mille trame. Seconda parte di tradizione viennese dedicata a Johann Strauss con i suoi celebri valzer e polke che sono di buon auspicio per l’anno che verrà.

Orchestra Filarmonica Campana
Pianoforte Antonio Di Cristofano
Direttore Giulio Marazia

Programma:
Sergej Rachmaninoff
Concerto per pianoforte e orchestra in do minore n. 2 op. 18

Giuseppe Verdi
La Forza del Destino, sinfonia

Johann Strauss figlio
Zigeunerbaron Overture
Unter donner und blitz, polka schnell op. 324
Auf der Jagd, polka op. 373
An der schönen blauen donau, valzer op. 314

scarica il PROGRAMMA di SALA

Condividi