Novecento Napoletano è uno spettacolo che ripercorre la storia della canzone classica napoletana che vedrà protagonisti musica e teatro in totale simbiosi. Una compagnia di oltre 40 artisti tra attori, cantanti e musicisti che farà rivivere le atmosfere più affascinanti e spettacolari del ‘secolo d’oro’ della canzone napoletana d’Autore. La ricerca della perfezione nell’esecuzione musicale, rispettosa delle partiture originali, l’interpretazione di grandi voci e l’ azione di una vera e propria compagnia teatrale, capace di attualizzare e rendere “viva” la costruzione complessa ed articolata dei testi e di rendere al meglio lo scenario storico ed il contesto socio-culturale da cui trae origine l’opera. Novecento Napoletano. Uno spettacolo che punta dritto al cuore dell’autenticità nella Canzone Napoletana d’Autore e dell’emozione che i grandi poeti e musicisti napoletani hanno saputo consegnare alla storia. Videoarte, installazioni sceniche, immagini in movimento e costumi ispirati alla notevole attività pittorica dei primi del secolo che raffiguravano la vita, la storia ed i costumi del “Secolo d’Oro” Napoletano. In una formula, Novecento Napoletano, porta sulla scena un momento creativo eccezionalmente prolifico che ebbe la sua stagione, ricca e nobile, nel periodo che va dalla fine dell’Ottocento alla prima metà del Novecento. Uno spettacolo che trova ragion d’essere nell’ambizione di offrire spunti culturali e intrattenimento di qualità a quanti, sempre più numerosi, in Italia ed all’Estero, sono alla ricerca di autenticità nell’ascolto della celebre “Canzone Classica Napoletana”. Un documento teatrale, una eloquente e completa piccola enciclopedia su tutto ciò che a Napoli si tramuta in musica, dall’amore alla preghiera, dalla attività commerciale all’arte di sopravvivere, dall’invettiva alla denuncia sociale.

Programma
Novecento Napoletano
Cantata Profana per voci recitanti, soli, coro e orchestra

Interpreti
Orchestra Filarmonica Campana
Coro Collegium Vocale Salernitano
Teresa Barbara Oliva, Peppe Di Maio voce recitante
Francesca Manzo, Salvatore Minopoli, solisti
Antonio Scutiero, cantante
Giulio Marazia, direttore

Condividi