Comunicazione di servizio

L’Associazione FILARMONICA CAMPANA comunica che in ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2021, l’attività nei teatri e nelle sale concerto è sospesa, pertanto il concerto verrà eseguito senza pubblico e trasmesso in streaming, dal Santuario della Madonna delle Galline in Pagani, sabato 20 febbraio ore 20.45 sul canale YouTube dell’OFC e sulla pagina Facebook dell’Orchestra Filarmonica Campana.

live streaming su YOUTUBE
live streaming su FACEBOOK

 

Note introduttive

Tradizione e innovazione prendono forma nell’originale proposta per violino e archi che apre il programma, in cui la famosissima opera di Antonio Vivaldi, Le quattro stagioni, si rinnova e trasforma in qualcosa di nuovo e di rarissima esecuzione. Il violinista De Palma mette insieme le stagioni di quattro compositori, affidandone una a ciascuno di loro e trasformando l’originale vivaldiano in un caleidoscopio musicale di stili, linguaggi, periodi storici. Piazzolla, Glass, Richter e Vivaldi sembrano lavorare ad una nuova opera in cui le quattro stagioni rivivono di nuova linfa attraversando i secoli. Il violino viaggia dal barocco di Vivaldi alla musica popolare argentina del Novecento, il tango di Astor Piazzolla, fino ad arrivare alla modernità di Richter ed al minimalismo di Glass. Come in una galleria, le quattro opere d’arte vengono scelte e affiancate, per trasformarsi in un nuovo unico tutto. A completare il programma la Serenata in mi maggiore per orchestra d’archi, opera del compositore ceco Dvořák. Scritta in soli 12 giorni, dal 3 e il 14 maggio del 1875, la composizione è un brano di intensa carica melodica e di grande fascino. Eseguita per la prima volta a Praga il 10 dicembre 1876 sotto la guida di Adolf Ciech, la Serenata op. 22 si articola in cinque movimenti. Il primo movimento, Moderato, si apre con un bellissimo tema, divenuto ormai celeberrimo, di grande solarità e proposto alternativamente da violini e violoncelli, cui segue il vaporoso e leggiadro Tempo di Valse, nel cui Trio centrale viene preannunciato il nostalgico tema del successivo Larghetto. Il III tempo, Scherzo, è un brillantissimo movimento con serrate imitazioni contrappuntistiche tra le diverse sezioni strumentali, che sembrano ricordare il gioioso “vociare” di una festa di paese. È la volta dello straordinario Larghetto, meraviglioso concentrato di emozioni, tra frasi struggenti e melodie di rara bellezza. La Serenata si chiude con un Finale incalzante, in cui lo spirito popolare della terra boema ritorna in tutta la sua gioia e vivacità.

Orchestra Filarmonica Campana
Violino DINO DE PALMA
Direttore GIANNA FRATTA

Astor Piazzolla | Primavera Portena
Max Richter | Summer
Philip Glass | Autumn
Antonio Vivaldi | Inverno
Antonín Dvořák | Serenata per archi in mi maggiore op. 22

 

scarica il PROGRAMMA di SALA

 

Condividi