Direttore Onorario

Nato a Castelnuovo d’Istria, inizia gli studi musicali presso il Conservatorio “Santa Cecilia” in Roma diplomandosi in Flauto, Composizione strumentale per banda e Direzione d’orchestra sotto la guida di maestri quali A. Tassinari, A. Ferdinando, A. Renzi, D. Guaccero, O. di Domenico e F. Ferrara. Partecipa a corsi di perfezionamento in Direzione d’orchestra tenuti da C. Zucchi, J. Barbirolli e H. Scherchen. Inizia la carriera direttoriale con la vittoria al Concorso Aidem di Firenze nel 1969, il secondo premio al Concorso G. Cantelli di Milano nel 1969 e il primo in assoluto nell’ambito della “Rassegna giovani direttori italiani” della Radiotelevisione Italiana del 1970. Ha diretto tutti la principali orchestre italiane. All’estero è stato principalmente attivo in Inghilterra, Germania, Francia, Romania, Polonia, Slovenia, Stati Uniti d’America, Sudafrica, Belgio, Olanda. Nicola Samale interprete, “spazia” in repertorio che, per il genere sinfonico, va dal barocco sino alla musica contemporanea, per la lirica, dal settecento napoletano sino alle più recenti espressioni dell’avanguardia. Ha diretto prime esecuzioni assolute di Soresina, Gervasio, Cusatelli, Prodigo, Pernaiachi, Ferrero, Rendine, Ada Gentile, Arca, D’Amico, Calligaris, Sbordoni, Lombardi, Tutino, Scarlato e ha curato la prima mondiale dell’Oratorio “La Genesi” di Darius Milhaud su testo di Don Sturzo. Come compositore si è distinto in un campo assai particolare: la ricostruzione di grandi capolavori incompiuti del repertorio sinfonico. La sua ricostruzione del finale della IX Sinfonia di A. Brukner, realizzata in collaborazione con G. Mazzuca e in seguito con J. Philips, si è imposta all’attenzione della critica internazionale come l’unico tentativo plausibile in tal senso. Enorme successo poi ha avuto la recente esecuzione dell’opera con i Berliner Philarmoniker diretti da Sir Simon Rattle presso la Philarmonie di Berlino, i quali hanno poi prodotto anche il CD live del concerto, ottenendo grande successo di critica e di pubblico. Esistono anche ben tre incisioni discografiche di cui una -­‐ diretta da E. Inbal -­‐ vinse, nel 1988, il “Diapason d’oro”. Nello stesso anno N. Samale ha completato anche la ricostruzione dello Scherzo (III movimento) della Sinfonia in Si minore di F. Schubert. Nel 2001 completa la ricostruzione della X Sinfonia di Mahler, eseguita poi alla Sagra Musicale Umbra. Oltre al lavoro di “ricostruttore” N. Samale ha al suo attivo composizioni sinfoniche, vocali e da camera. Nel 2012 proprio dall’Ensemble Contemporaneo gli è stata commissionata un’opera di carattere comico “Fichi d’India” eseguita in prima esecuzione il 19 Maggio. Direttore principale dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese tra il 1990 e il 1992, direttore artistico e stabile dell’Istituzione Sinfonica di Lecce e dell’Orchestra Filarmonica di Matera. Titolare di cattedra di Direzione d’orchestra presso i Conservatori statali di Sassari e L’Aquila fino al 1993, continua a svolgere attività didattica quale libero docente di corsi di tecnica orchestrale e direzione. Dal 2010 al 2012 è stato direttore ospite dei complessi Coro Collegium Vocale Salernitano e Orchestra Sinfonica Ensemble Contemporaneo mentre dal 2013 è stato nominato direttore onorario dall’Orchestra Filarmonica Campana.