Presentiamo oggi la 9a Stagione Concertistica 2017-2018 dell’Orchestra Filarmonica Campana. Il programma artistico e musicale è conformato e redatto intorno al tema principale delle “Prospettive”, intraprendendo un percorso intellettuale che vuole mettere in evidenza diverse serie di espressioni e pensieri musicali, eterogenei, che hanno essenza nella spiritualità e nell’anima dei compositori affrontati e di conseguenza delle correnti musicali del periodo.

Una ricca stagione, un cartellone affascinante che diffonde una caleidoscopica rifrazione dei mille spunti di cui si è voluto tenere conto. Nei sette appuntamenti proposti ci si confronta con diversi temi, affrontati ognuno in maniera differente dai compositori proposti, in modo da offrire all’ascoltatore prospettive variegate sulla visione musicale della vita. Particolare importanza acquistano gli sguardi su alcune partiture del novecento e contemporanee senza ovviamente trascurare compositori capisaldi come Mozart e Beethoven; invitiamo il pubblico a condividere esperienze di ascolto coraggiose e «di confine». Punto focale del progetto Filarmonica Campana attraverso questa stagione di concerti è l’occasione di trascorrere del tempo libero in un ambiente sano e ricco di cultura, all’insegna dell’elevazione dello spirito e dell’anima, attraverso l’arte musicale. Prospettive è dunque l’itinerario che la 9ª Stagione concertistica dell’Orchestra Filarmonica Campana intende proporre al proprio pubblico. Come sempre, un itinerario estremamente libero, all’insegna del piacere della scoperta. Un cartellone di 7 concerti con i consueti appuntamenti del sabato sera (ore 21:00), al Teatro Comunale S. Alfonso e al Circolo Unione di Pagani. È previsto, inoltre, un concerto straordinario fuori le mura a Oria (Br), prima volta in terra pugliese per la nostra formazione orchestrale.

Con interpreti tutti americani quali il direttore Philipp C. Nuzzo, la violinista Tabbea Sitte e Nicole Piccolomini, mezzosoprano con una carriera alle spalle già folgorante con produzioni all’Opera di Parigi, al Teatro alla Scala, al Regio di Parma, la StaatsOper di Berlino, la Filarmonica Campana debutterà la Stagione 2017-2018 il 4 Novembre 2017 prossimo (Ay Amor! | Concerto Sinfonico) nella Sala Ferrante del Circolo Unione. Al centro della serata un programma dedicato al tema dell’amore visto da tre differenti prospettive, con l’Idillio di Sigfrido per orchestra di Richard Wagner, le due Romanze per violino e orchestra di Ludwig van Beethoven e la gitanera L’Amore stregone per mezzosoprano e orchestra di Manuel De Falla. Tre epoche musicali, tre personalità completamente diverse, tre modi differenti di analizzare la parola amore e quello che ne deriva dall’inclinazione profonda nei confronti di qualcosa o qualcuno.

Seguirà il 27 Dicembre 2017, sempre nella Sala Ferrante del Circolo Unione, la presentazione dei primi due lavori discografici dell’orchestra per l’etichetta Da Vinci di Osaka, Il Nuvolo Innamorato e la Sinfonia Abellana entrambi del composer in residence Oderigi Lusi. Interverranno il compositore, il maestro Pericle Odierna, l’avvocato Antonio Larizza, presidente della Fondazione Avella città d’arte, Michele Amato di Avellarte e saranno eseguiti dall’ensemble orchestrale alcuni estratti delle due composizioni diretti dal maestro Giulio Marazia.

Il 4 gennaio 2018 ad Oria (Br) ci sarà l’atteso Concerto di Capodanno, quest’anno in terra pugliese e che vuole inaugurare così questa tradizione di festeggiare il nuovo anno in una città diversa italiana. Sul podio il direttore musicale Giulio Marazia guiderà il complesso orchestrale al completo con il Coro Polifonico Alfonsiano ed ospite d’eccezione il celebre compositore e pianista Stelvio Cipriani, autore della fortunata colonna sonora del film Anonimo Veneziano di Enrico Maria Salerno. In programma musiche di  Carl Maria von Weber, Johann Strauss, Johannes Brahms, Giuseppe Verdi, S. Alfonso M. De Liguori e Stelvio Cipriani.

Per il progetto Musica da Leggere, il 6 Gennaio 2018, presentiamo Il Melodramma, le sue forme e la vita musicale nell’Ottocento di Antonio Schilirò, un saggio sullo stato del melodramma in Italia che ha interessato nel corso del secolo ottocentesco una platea di pubblico sempre più ampia e di diversa estrazione sociale. Nei teatri della penisola si rappresentavano sino alla metà del secolo solo opere di autori italiani e Rossini, Bellini, Donizetti e il primo Verdi hanno come concorrenti solo i loro contemporanei italiani. Il sistema produttivo si modifica nella seconda metà del secolo: declina sino a scomparire la figura dell’impresario, cresce d’importanza l’editore, la scena italiana diventa internazionale, si forma, infine, il repertorio. Partecipano alla serata l’autore, il musicologo Paolo Saturno, e la storica Renata Maione, mentre la parte musicale che ci condurrà in questo viaggio dedicato alla lirica è affidata a tre giovanissimi cantanti italiani provenienti dalle classi di canto del Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi di Milano, Luana Lombardi (soprano), Claudia Strano (mezzosoprano) e Pasquale Conticelli (tenore).

Sul fronte del concertismo settecentesco ci piace segnalare il programma del 17 febbraio 2018 (Mozart | Il Genio) nella bellissima cupola del Teatro Comunale S. Alfonso di Pagani, che vedrà l’esecuzione delle due Sinfonie Concertanti, per oboe, clarinetto, fagotto, corno e orchestra in mib magg. KV 297b e per violino e viola KV 364 di Wolfgang Amadeus Mozart. Completa il programma il Concerto per tromba e orchestra in re maggiore del padre del genio salisburghese, Leopold Mozart. Tra i solisti praticamente quasi tutte le prime parti dell’Orchestra Filarmonica Campana, Giovanni Borriello (oboe), Sabato Morretta (clarinetto), Ugo Montenigro (fagotto), Christian di Crescenzo (corno), Raffaele Alfano (tromba), Giancosimo Smaldone (primo violino) e Natale Atripaldi (viola) diretti dal maestro beneventano Arturo Armellino, già sul podio dell’OFC lo scorso giugno per il Premio Toscanini 2017 con un programma dedicato proprio a Mozart.

Una componente importante di questa nuova Stagione sarà l’attenzione per il repertorio del Novecento e Contemporaneo. La proposta musicale del nostro tempo è affidata al concerto del 31 Marzo 2018 (Perspectives | New Sound Experience), nella sala principale del Teatro Comunale S. Alfonso di Pagani con cinque prime esecuzioni di compositori della nostra terra, di cui una nuova commissione di Oderigi Lusi, La Stanza dei burattini. Gli altri lavori sono degli emergenti Flavio Cuccurullo, Natale Atripaldi, Marco Volino ed Ernesto Tortorella. Dirige il maestro Giulio Marazia.

Oltre al già citato De Falla, il percorso novecentesco è ulteriormente arricchito, nel concerto di chiusura del 26 Maggio 2018 (Visioni in musica) sempre al Teatro di Pagani, dalle pagine di Luciano Berio, Quattro versioni originali della Ritirata Notturna di Madrid di Luigi Boccherini e dal poema coreografico per orchestra La Valse di Maurice Ravel. In apertura del concerto spazio al mondo delle percussioni con lo strepitoso Doppio Concerto per vibrafono, marimba e orchestra di Emmanuel Sejournè, brano di una rara bellezza, grande virtuosismo e poco eseguito in Italia. Solisti internazionali anche per l’appuntamento di chiusura con il percussionista Igor Caiazza, artista della Yamaha Music Group, con alle spalle una biografia che vanta importanti collaborazioni con il Teatro alla Scala, la Mahler Chamber Orchestra, il Maggio Musicale Fiorentino e il percussionista francese Jean Baptiste Leclerè, principale percussionista dell’Opera National de Paris ed artista Zildjian Cymbals Company. Sul podio dell’Orchestra Filarmonica Campana il maestro Giulio Marazia.

Quest’ultimo concerto del 26 maggio sarà presentato in “anteprima” gratuita, la mattina del 25 maggio alle 10.00, per i giovani delle scuole secondaria del territorio nella rassegna PROVE APERTE. E’ un’iniziativa che vuole contribuire a formare gli ascoltatori di domani ed è rivolta alle scuole secondarie del territorio. Obbiettivo comune quello di favorire l’apertura di alcune finestre sul ruolo fondamentale svolto dall’arte musicale nel contesto della civiltà occidentale. Da segnalare che da Gennaio 2018 a Maggio 2018 ci sarà la Masterclass annuale di percussioni con docenti i già menzionati, Igor Caiazza e Jean Baptiste Leclère, che si terrà al Teatro S. Alfonso di Pagani (per maggiori info visitare il sito www.filarmonicacampana.it).

Per questa nuova e bellissima Stagione Concertistica 2017-2018 si potranno acquistare biglietti on line sulla piattaforma digitale postoriservato.it oppure prenotando all’indirizzo di posta elettronica info@filarmonicacampana.it. Prossimamente si potranno acquistare biglietti anche con il Bonus Cultura riservato ai docenti e con il Bonus 18app destinato ai più giovani.

L’intera rassegna si avvale del patrocinio morale del Comune di Pagani, della Provincia di Salerno e della Regione Campania mentre nuove partnership di natura logistica sono state strette con importanti aziende quali la Yamaha e la Zildjian Cymbals Company, che ci aiuteranno nel nostro obiettivo che mira a far diventare il Teatro cittadino polo culturale e artistico dell’intero agro nocerino ma soprattutto un grande teatro popolare nel centro della città in grado di ospitare tante e diverse tipologie di attività culturali, educative e sociali.

In chiusura, un accenno va senza dubbio ai progetti in corso e al prossimo futuro, che vedono ancora una volta l’Orchestra al fianco di XSPOT nell’ambito del Progetto sulle nuove tecnologie “IN WEB we TRUST” dedicato allo sviluppo della Virtual Reality. Un’ esperienza unica nel suo genere: essere trasportati nelle nostre sale da concerto, nel nostro teatro per una perfomance a 360° e in 3D. Altre importanti iniziative vedranno l’orchestra impegnata in un’altra incisione discografica per la Da Vinci Edition, la realizzazione di un festival operistico e altri concerti esterni in campo nazionale ed internazionale.