Orchestra Filarmonica Campana

LOGO 1
EN IT

Oderigi Lusi

composer in residence

Pianista e compositore campano ha da sempre affiancato agli studi classici, terminati con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino (M° Carlo Lapegna), l’interesse per gli altri generi e linguaggi musicali quali il Jazz e la World Music. Oderigi Lusi si esibisce come pianista sia da solista che in ensembles che vanno dalle formazioni da camera all’ orchestra sinfonica, partecipando a vari festivals nazionali e internazionali, eseguendo sia brani di repertorio che composizioni proprie.
E’vincitore di diversi concorsi pianistici nazionali. 
Nell’ Aprile 2014 vince la Silver Medal ai Global Music Awards negli Stati Uniti con l ’overture sinfonica del Balletto in un Atto Unico “Il Nuvolo Innamorato”.

Nel Gennaio 2012 ha vinto il concorso internazionale di composizione “Moderato Danzabile” dedicato alla composizione di musica per la danza con la relativa premiazione che si e’ svolta presso l’Accademia Nazionale di Danza in Roma. Oderigi lusi e’ stato premiato dal Prof. Alberto Testa il maggior critico a livello nazionale del settore.

Presso il Conservatorio D. Cimarosa di Avellino vince la prima edizione della borsa di studio “Premio Bruno Mazzotta” assegnata ogni anno (dall’ Associazione Musicale Internazionale “EUTERPE” di Avellino) al miglior diplomato in pianoforte di suddetta Istituzione e tiene il relativo concerto della premiazione (21 marzo 2003) presso l’Auditorium del Conservatorio di Avellino eseguendo brani di Liszt, Schumann e Brahms.

Nel Maggio 2008 viene ammesso al Berklee College of Music di Boston dove ha sviluppato lo studio del jazz e dell’arrangiamento e in particolare della composizione di musica applicata alle immagini e al teatro. Nell’Agosto 2007 partecipa in qualità di allievo effettivo ad un corso di perfezionamento per la Composizione di Musica per film presso l’Accademia Chigiana di Siena tenuto dal premio oscar Luis E. Bacalov. Come pianista ha partecipato, in qualita’ di corsista effettivo, a 2 corsi internazionali di interpretazione e perfezionamento musicale tenuti dal M° Carlo Lapegna rispettivamente a Fondi (LT) e San Martino Valle Caudina (AV). Durante gli stages si esibisce in occasione del “Fondi Music Festival III° edizione”, “Sperlonga Music Festival I° edizione” e “Concerti Itineranti” (Convento Francescano Santa Caterina D’Alessandria – S. M. Valle Caudina AV) mettendosi in mostra per l’esecuzione di brani di F. Liszt. Nel Luglio 2007 viene pubblicato dall’ Ethnoworldmusic di Milano il suo primo lavoro discografico da solista “Notes From a Logbook”. Il lavoro, utilizzando le parole del critico e giornalista musicale Donato Zoppo, “e’ un affresco sonoro lussureggiante ed esotico, spesso malinconico e crepuscolare, una finestra su culture e profumi del Mediterraneo” dove diversi linguaggi sonori (classico, jazz, world music) si mescolano tra loro. Nel 2004 ha pubblicato con i Malaavia il lavoro discografico “Danze D’incenso” prodotto dall’etichetta milanese Maracash. Il lavoro e’  stato seguito da una relativa tournee che ha visto la band aprire concerti di gruppi quali PFM e YES (Voghera luglio 2004).

Tra le innumerevoli esperienze e’ da menzionare la performance pianistica durante l’installazione di arte contemporanea “Leon d’oro” di Jonathan Monk & Douglas Gordon presso la Fondazione Morra Greco di Napoli (20 Febbraio 2009) e la collaborazione con il coreografo Luc Bouy per la realizzazione della colonna sonora del balletto “Ne Me Quitte Pas” per la compagnia Dansepartout. Lusi ha fatto parte, in qualità di Maestro Sostituto durante l’allestimento e di prima tastiera (piano) in orchestra, della produzione italiana del Musical Disney “La Bella e la Bestia” per conto della multinazionale Stage Entertainment. Il musical ha registrato la cifra record (in Italia) di oltre 250,000 spettatori durante i due anni di repliche. Per l’Orchestra Filarmonica Campana ha scritto Sinfonia Abellana (2015), Sul Sentiero degli Dei (2016), Il Nuvolo Innamorato (2017), La Stanza dei Burattini (2018), Sifonia (2021), Come un balenio (2022).